201905.13
0

Roma, 13 maggio 2019 - “Alla scoperta del Qatar, opportunità e strumenti per fare business” è stato il tema del convegno organizzato da Unindustria in collaborazione con lo Studio legale Pavia e Ansaldo, tenutosi presso la sede di Unindustria a Roma.

Durante l’incontro sono state illustrate alle imprese italiane le concrete opportunità di business e sviluppo in una delle realtà più dinamiche e in crescita dei Paesi del Golfo, e una delle più prospere a livello mondiale con particolare interesse anche al settore delle PMI.

Il convegno, organizzato con la sponsorizzazione di Qatar Airways, è stato introdotto da Gerardo Iamunno, Presidente GT Mercati Globali e Valorizzazione del Made in Italy, ed è proseguito con l’intervento di diversi relatori, personalità di spicco nel panorama nazionale e internazionale, quali Pasquale Salzano, Ambasciatore d’Italia in Qatar, Abdulaziz Ahmed Almalki Aljehni, Ambasciatore del Qatar in Italia, Giosafat Riganò, Direttore dell’Ufficio ICE in Qatar, Stefano Nicoletti, Capo dell’Ufficio Internazionalizzazione delle imprese, MAECI e Alessandro Comini, Of Counsel dello Studio legale Pavia e Ansaldo.

Sono intervenuti, anche Leonardo Velardi, Area Manager 3 FI/Affresco e Roberto Santori, Presidente Sezione Consulenza, Attività Professionali e Formazione.

“L’Ambasciata a Doha è attivamente al fianco del sistema produttivo italiano favorendo la presenza e lo sviluppo non solo dei grandi gruppi industriali italiani, ma anche delle piccole e medie aziende manifatturiere e delle professionalità artigiane, molto ricercate e apprezzate dal mercato locale. Lo charme, lo stile, la qualità della manifattura del Made in Italy è un vantaggio non indifferente per le nostre aziende, unico direi, ma comporta anche delle pari responsabilità. I nostri prodotti sono assolutamente all’altezza di competere e di vincere ma bisogna essere consapevoli che entrare in Qatar significa entrare in un mercato altamente sofisticato e competitivo con notevoli aspettative da soddisfare, non solo nella qualità del prodotto fornito ma anche del servizio e dell’assistenza continua che si sarà in grado di garantire.” Ha commentato Pasquale Salzano, Ambasciatore d’Italia in Qatar.

“I dati export del Lazio verso il Qatar riflettono l'andamento dei dati nazionali delle esportazioni 2018 italiane nell'Emirato del Golfo.  L'incremento del 15,7% dell'export italiano in Qatar rispetto al 2017 testimonia il grande interesse e la crescente attenzione verso il prodotto italiano. Esistono ancora ampi margini di crescita e di affermazione per l'Italia nell'Emirato del Qatar, un mercato dall'elevato potenziale che sa riconoscere la qualità e il giusto valore dei prodotti italiani.” Ha affermato Giosafat Riganò, Direttore dell’Ufficio ICE in Qatar

“Siamo stati lieti di aver collaborato con Unindustria nell’organizzazione di questa country presentation” – ha dichiarato l’Avvocato Alessandro Comini, Of Counsel dello Studio legale Pavia e Ansaldo – “in quanto riteniamo che il Qatar offra in questo momento delle opportunità di business estremamente favorevoli per le aziende italiane. I mondiali di calcio che il Qatar ospiterà nel 2022 saranno un evento di straordinaria importanza, per il quale le autorità locali si stanno preparando al meglio e da questo punto di vista accogliamo con grande interesse le riforme economiche che l’Emirato del Qatar ha attuato per attrarre nuovi investitori esteri. Il nostro Studio è dunque pronto ad affiancare gli imprenditori italiani i quali potranno beneficiare, tra l’altro, di leggi estremamente favorevoli. In particolare, segnaliamo il programma Visa Free (già attivo) che consente l’ingresso nel paese senza necessità di visto e con il solo passaporto in corso di validità, la Legge n. 1 del 2019 in virtù della quale gli investitori esteri possono arrivare a detenere fino al 100% delle quote di società con sede in Qatar, la mancanza di IVA e un regime di tassazione agevolata con aliquota unica al 10%”.