Scroll Top

articolo_commerciale
image_pdfimage_print

Taste of Italy 2 (Dea Capital) investe in Avantea. Tutti gli advisor

Milano, 23 febbraio 2024 – Taste of Italy 2, fondo di private equity specializzato nel settore agroalimentare gestito da Dea Capital Alternative Funds sgr, ha fatto il suo ingresso nel capitale sociale di Avantea, società specializzata in servizi di riproduzione assistita di cavalli da competizione. All’esito dell’operazione, il venditore resterà nel relativo capitale sociale con una quota di partecipazione di minoranza qualificata.

I soci fondatori di Avantea e il Venditore sono stati assistiti da Lca studio legale per tutti gli aspetti legali, con un team coordinato da Roberto de Bonis e composto da Alberto Vaudano, Paolo Vitaloni, Francesco Caselli e Anna Paola Pasin per gli aspetti Corporate M&A, Roberto Pellizzari e Matteo Esposito e Thomas Yang per gli aspetti Tax, Davide Valli e Luca Liberti per gli aspetti Banking, Giuseppe Bologna e Gabriele Calabrò per gli aspetti giuslavoristici, Giulio Vecchi e Miriam Cugusi per gli aspetti IP e Andrea Carreri per gli aspetti relativi alla notifica Golden Power. Lo studio Nexus avvocati e commercialisti ha seguito gli aspetti contabili e fiscali, con un team composto da Michele d’Apolito e Marco Martinenghi. Ubs ha agito in qualità di M&A advisor con un team coordinato da Tommaso Poletto e composto da Dino di Giovanni, Marco De Nicola e Paolo Brillante. Per il completamento dell’operazione Avantea è stata inoltre assistita da At Kerney per la vendor due diligence business, con un team composto da Alessandro Condoluci e Edoardo Amadio.

L’acquirente è stato assistito da Advant Nctm per tutti gli aspetti legali, con un team coordinato da Pietro Zanoni e composto da Filippo Ughi, Natali Prodan Milič e Achille Capocasale per gli aspetti Corporate M&A, Bianca Macrina e Federico De Pascale per gli aspetti Banking, da Francesca Pittau per gli aspetti giuslavoristici e da Luigi Croce per gli aspetti real estate, dallo studio legale Pavia e Ansaldo con Filippo Fioretti e Maria Rosaria Raspanti per gli aspetti relativi alla notifica Golden Power e da Russo De Rosa associati per tutti gli aspetti fiscali dell’operazione, con un team coordinato da Leo De Rosa e composto da Luigi Cecere e Alessandro Agresti. L’acquirente è stato inoltre assistito da Fineurop Soditic in qualità di M&A advisor e debt advisor, da Alvarez & Marsal per la due diligence finanziaria, da Lifescience Consultants per la due diligence di business, da Erm per la due diligence Esg.

Bper, per il tramite della direzione corporate & investment banking, in qualità di Mla e banca agente, ha supportato l’acquirente erogando un finanziamento a supporto dell’acquisizione ed è stata assistita da Legance con un team composto da Tommaso Bernasconi, Federico Liberali e Paolo Giulio Lessiani.