image_pdfimage_print

Russia: Svolgimento dell’attività nella rete “Internet” da parte dei soggetti stranieri

Il 21 maggio 2021 è stato presentato alla Duma di Stato (la camera bassa dell’Assemblea Federale della Federazione Russa) il disegno della legge federale n. 1176731-7 “Sullo svolgimento da parte di soggetti stranieri dell’attività nella rete “Internet” sul territorio della Federazione Russa”.

In base al suddetto progetto di legge un soggetto straniero è ritenuto svolgere un’attività nella rete Internet sul territorio della Federazione Russa quando tale soggetto è il proprietario di un sito Internet e/o una pagina web e/o un sistema informativo e/o un programma per gli apparecchi elettronici di calcolo, che vengano visitati/utilizzati nell’arco di 24 ore da parte di più di 500.000 utenti collocati sul territorio della Federazione Russa in presenza di uno dei seguenti requisiti:

  • tale sito, pagina ecc. diffonde o propone le informazioni in lingua russa o in una delle lingue ufficiali delle repubbliche facenti parte della Federazione Russa oppure in altre lingue di popolazioni della Federazione Russa;
  • tale sito, pagina ecc. diffonde pubblicità diretta ai consumatori siti sul territorio della Federazione Russa;
  • il soggetto straniero effettua il trattamento di dati degli utenti siti sul territorio della Federazione Russa;
  • il soggetto straniero percepisce pagamenti in denaro da persone fisiche e giuridiche russe.

Sarà considerato soggetto straniero che svolge l’attività nella rete Internet sul territorio russo anche il hosting provider, gli operatori dei sistemi pubblicitari e gli organizzatori di diffusione delle informazioni nella rete Internet.

Al fine di individuare soggetti stranieri che corrispondano ai requisiti sopracitati sarà approvata dal Governo della Federazione Russa una procedura speciale che sarà applicata a fini di controllo da parte del Servizio federale per la supervisione delle connessioni e comunicazioni di massa (Roskomnadzor).

Il progetto di legge prevede che i soggetti stranieri sopraindicati al fine di poter svolgere un’attività nella Federazione Russa debbano costituire una filiale o aprire una rappresentanza o costituire una società di diritto russo che dovranno rappresentare gli interessi della casamadre ed essere l’interlocutore principale con gli organi regolatori russi sul territorio della Federazione Russa (in merito alle forme di presenza in Russia v. https://www.pavia-ansaldo.it/wp-content/uploads/2019/12/Come-fare-business-in-Russia.pdf).

Tra gli obblighi della filiale e rappresentanza del soggetto straniero che svolge l’attività nella rete Internet sul territorio della Federazione Russa, nonché della controllata russa di quest’ultimo sono previsti:

  • raccolta ed esame delle richieste di cittadini russi, esecuzione delle sentenze dei tribunali, delibere (richieste) degli organi statali della Federazione Russa che sono state adottate nei confronti del soggetto straniero;
  • rappresentanza della casamadre in tribunale;
  • adozione delle misure sul territorio della Federazione Russa volte a limitare l’accesso all’informazione e/o eliminazione delle informazioni diffuse sulla risorsa informativa del soggetto straniero in violazione della legislazione della Federazione Russa.

Al fine di indurre al rispetto della legislazione russa in materia il progetto di legge prevede misure supplementari come:

  • comunicazione agli utenti delle violazioni della legislazione della Federazione Russa da parte del soggetto straniero;
  • divieto di pubblicizzare il soggetto straniero e/o la risorsa informativa di quest’ultimo;
  • divieto di diffondere la pubblicità sulla risorsa informativa del soggetto straniero;
  • limitazione dei pagamenti e accredito dei pagamenti delle persone fisiche o giuridiche;
  • divieto di indicazione nei risultati di ricerca delle informazioni sulla risorsa informativa del soggetto straniero;
  • divieto alla trasmissione transfrontaliera dei dati personali;
  • parziale o totale limitazione dell’accesso alla risorsa informativa del soggetto straniero.

Viene previsto che la decisione sulle misure da applicare verrà presa direttamente da Roskomnadzor senza necessità del previo ottenimento di una sentenza del tribunale.

Il disegno di legge in questione è indirizzato per lo più ai colossi hi-tech come Facebook, Twitter, Google che attualmente non hanno rappresentanze/filiali/società che li rappresentino nella Federazione Russa. Tuttavia non si può escludere che tale legge possa coinvolgere anche le società di e-commerce.

 

 

Roma, 27 maggio 2021 

_________
DISCLAIMER
Il presente comunicato è divulgato a scopo conoscitivo per promuovere il valore dell’informazione giuridica. Non costituisce un parere e non può essere utilizzato come sostitutivo di una consulenza, né per sopperire all’assenza di assistenza legale specifica.