image_pdfimage_print

Russia: Regime provvisorio di adempimento delle obbligazioni nei confronti di alcuni titolari dei diritti sulla proprietà intellettuale

 

A fine maggio 2022 è stato adottato il nuovo Decreto del Presidente n. 322 sulla procedura provvisoria di adempimento degli obblighi nei confronti di alcuni titolari della proprietà intellettuale.

 

La procedura provvisoria viene introdotta per l’adempimento delle obbligazioni pecuniarie derivanti dall’utilizzo dei risultati della proprietà intellettuale e (o) dei mezzi di individuazione, i cui diritti esclusivi spettano a:

  • persone straniere provenienti da paesi ostili (comprese le loro controllate russe);
  • persone che hanno pubblicamente sostenuto le sanzioni estere introdotte nei confronti della Federazione Russa;
  • persone che, dopo il 23 febbraio 2022, hanno vietato l’utilizzo di proprietà intellettuale o mezzi di individualizzazione nel territorio della Federazione Russa a seguito delle sanzioni introdotte nei confronti della Federazione Russa;
  • persone che hanno interrotto, sospeso o limitato in modo significativo la produzione (fornitura) di beni/lavori/servizi a seguito delle sanzioni introdotte nei confronti della Federazione Russa, o per altri motivi non legati all’opportunità economica;
  • persone che hanno commesso azioni per screditare le forze armate della Federazione Russa;
  • persone che hanno diffuso nelle reti di informazione e di telecomunicazione informazioni espresse in forma indecente, compreso l’oltraggio alla dignità umana e ai simboli di stato della Federazione Russa.

 

La disciplina di cui al Decreto in parola si applica a:

  • obblighi di pagamento previsti da contratti di licenza, sublicenza, accordi sul trasferimento dei diritti di gestione dei risultati della proprietà intellettuale e altri accordi relativi all’uso da parte del debitore dei risultati della proprietà intellettuale e (o) mezzi di individualizzazione;
  • penali e altre sanzioni pecuniarie previste dai contratti e accordi di cui sopra.

 

I pagamenti dovranno essere effettuati tramite un conto speciale di tipo “O” esclusivamente in rubli. Tale conto viene aperto su richiesta del debitore senza necessità di presenza personale del titolare del diritto. È possibile aprire un solo conto “O” a nome del titolare del diritto. Le modalità di apertura di tale conto sono stabilite dalla Banca Centrale della Federazione Russa che ha altresì previsto un sistema di tracciamento interbancario unificato di tali conti.

 

Il titolare del diritto deve dare il consenso al debitore per effettuare i pagamenti tramite il conto di tipo “O”. In mancanza di tale consenso, il debitore ha il diritto di non effettuare i pagamenti, continuando comunque a utilizzare la proprietà intellettuale e (o) mezzi di individualizzazione alle stesse condizioni.

 

L’esecuzione di un pagamento da parte del debitore è equiparata alla prestazione del consenso da parte del titolare del diritto. L’obbligo è considerato adempiuto in caso di accredito sul conto “O” dell’importo in rubli calcolato in base al tasso di cambio ufficiale della Banca Centrale della Federazione Russa.

 

L’addebito delle somme sul conto “O” viene effettuato in base all’autorizzazione della Commissione governativa.

 

Il Decreto non si applica agli accordi sulla concessione dei diritti all’utilizzo dei risultati della proprietà intellettuale e dei mezzi di individualizzazione:

  • necessari per l’importazione dei medicinali, dispositivi medici, prodotti industriali e agricoli, prodotti alimentari;
  • necessari per la fornitura di servizi di comunicazione e di trasmissione del traffico, la creazione e (o) l’utilizzo in Russia di programmi per computer elettronici, banche dati, sistemi informativi e data center.

 

Inoltre, il Decreto non si applica a:

  • pagamenti fino a 100.000 rubli o altro importo equivalente in valuta estera per l’uso della proprietà intellettuale per soddisfare esigenze personali e altre esigenze non legate all’attività imprenditoriale;
  • a persone straniere provenienti da paesi ostili che adempiono debitamente agli obblighi derivanti dagli accordi con debitori.