201907.15
0

Milano, 15 luglio 2019 - Lo scorso 20 giugno l’IVASS ha pubblicato la propria Relazione annuale a proposito dell’attività svolta nel 2018, dalla quale emergono alcuni interessanti rilievi circa il cambiamento che interessa il mercato assicurativo, alla luce sia delle novità normative che del rapporto – sempre più stretto – tra distribuzione assicurativa e tecnologia.

La Relazione rileva infatti che “il mondo della distribuzione vive una fase di grande trasformazione legata ai profondi cambiamenti sul piano economico, sociale e di mercato nonché sul fronte tecnologico e regolamentare”. Per conseguenza di tali fenomeni, da un lato, la clientela dimostra una crescente attenzione per i “contatti e le transazioni digitali” e per le preoccupazioni derivanti dalle nuove minacce cibernetiche, dall’altro ciò impone alle compagnie “lo sviluppo di nuovi modelli di business … spesso incentrati su soluzioni di multi-canalità”, grazie all’implementazione delle nuove tecnologie in misura sempre più rilevante. Il quadro è ulteriormente arricchito dalle novità introdotte, sul piano normativo, per effetto del recepimento della direttiva IDD (n. 2016/97) che, nell’ottica di garantire una migliore tutela ai clienti, ha imposto alle compagnie di strutturare ab initio (e di mantenere sotto costante controllo) i loro prodotti perché siano adeguati a un “mercato di riferimento” da individuarsi preventivamente.

Lo stesso Presidente di IVASS, nelle considerazioni svolte a margine della Relazione, ha sottolineato che “l’innovazione tecnologica nel settore assicurativo pone nuove sfide al mercato e al regolatore”, sia perché l’esigenza di adeguarsi spinge le imprese a ricercare direttamente sul mercato le competenze e soluzioni tecnologiche di cui esse necessitano, le quali però spesso sfuggono al loro completo controllo, sia perché “la maggiore automazione, l’uso massivo di dati e il più esteso utilizzo dell’integrazione di ambienti cloud producono una crescente esposizione al rischio cibernetico”. Proprio in considerazione di ciò, ad avviso del Presidente, “si deve fare ogni sforzo affinché innovazione digitale e presidio dei processi e dei dati utilizzati procedano congiuntamente”. In tale senso lo sforzo dell’IVASS è, dichiaratamente, nel senso di “regolare senza imbrigliare”, proposito non facile che l’Autorità di vigilanza intende perseguire mediante il dialogo costante con imprese e istituzioni.

 

 

_________
DISCLAIMER
Il presente comunicato è divulgato a scopo conoscitivo per promuovere il valore dell’informazione giuridica. Non costituisce un parere e non può essere utilizzato come sostitutivo di una consulenza, né per sopperire all'assenza di assistenza legale specifica.