201603.02
0

Milano, 2 marzo 2016 - Il Tribunale di Roma ha ammesso la Gruppo Edom S.p.A., società titolare dei negozi a marchio “Trony” di Roma, alla procedura di concordato preventivo in pura continuità aziendale.

Quando la proposta concordataria verrà approvata dalla maggioranza dei creditori, la Società vedrà drasticamente diminuita la propria esposizione debitoria complessiva (ad oggi pari a circa 200 milioni) con la possibilità di proseguire la propria attività di impresa (a tutela dei circa 250 dipendenti) anche in vista di eventuali cessioni / aggregazioni.

Gli aspetti legali di tutta la procedura di ristrutturazione mediante lo strumento del concordato di risanamento sono stati seguiti, per la Società, dallo Studio Pavia e Ansaldo, con il Partner Alberto Bianco e la Senior Associate Maria Chiara Puglisi.

Il piano industriale e la manovra finanziaria sono stati elaborati da Ratio Restructuring, società specializzata in ristrutturazioni del debito, con il Senior Partner Barbara Bartolini, che ha anche coordinato tutti i consulenti a vario titolo coinvolti nell’operazione.

La transazione fiscale è stata curata dallo Studio Legale Tributario di EY, con i soci Maria Antonietta Biscozzi, Paolo Zucca e Paola Lumini.

In occasione del decreto di ammissione della Società alla procedura di concordato preventivo, il Tribunale di Roma ha nominato un Collegio di Commissari Giudiziali formato dal Prof. Giorgio Lener e dal Dott. Marco Costantini.