201806.20
0

 










Milano, 20 giugno 2018 - I materiali compositi come componente essenziale della vita e dell'industria moderna saranno al centro del seminario “Sudafrica e Italia: opportunità di collaborazione nel settore dei materiali compositi” organizzato dallo Studio legale Pavia e Ansaldo, da Confindustria Assafrica & Mediterraneo e dal Consolato Generale del Sudafrica a Milano, in collaborazione con Assocompositi – Associazione Italiana Compositi & Affini, con The Dti – Department of Trade and Industry e con Mandela Bay Composites Cluster, che si terrà oggi, mercoledì 20 giugno, presso Via del Lauro, 7, Milano dalle ore 10,30.

Costituiti dalla combinazione di vari materiali come plastiche e resine e altre fibre di rinforzo come vetro e carbonio, i materiali compositi rappresentano una realtà in espansione e, dal punto di vista dei trasporti, un aumento di prestazioni connessa ad una consequenziale riduzione dei consumi. Inoltre, a differenza dei metalli, non arrugginiscono, rappresentando quindi il materiale ideale per un potenziale sviluppo e diversificazione dell'economia sudafricana.

Il Sudafrica, che è nuovo nella produzione di questo tipo di materiali, ha un'opportunità storica per accelerare la crescita nel continente africano sfruttando il potenziale che queste nuove tecnologie detengono, soprattutto alla luce del fatto che il Sudafrica lancerà presto il processo nazionale che porterà alla firma dell’accordo che istituisce la zona di libero scambio africana.

Il Ministero del Commercio e dell'Industria del Sudafrica sta infatti supportando il Mandela Bay Composites Cluster per sviluppare il Settore dei Materiali Compositi.

Il convegno, moderato dall’Avvocato Mario Di Giulio, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo, sarà aperto dai saluti di TSD Nxumalo, Console Generale del Sudafrica a Milano e da Filippo Codara, Vice Presidente di Confindustria Assafrica & Mediterraneo e prevedrà una sessione di incontri B2B tra le aziende italiane partecipanti e i relatori.

Andy Radford, Amministratore Delegato del Distretto dei Compositi a Mandela Bay, sarà disponibile ad intervenire in videoconferenza per definire eventuali partenariati industriali e commerciali con le aziende sudafricane presenti nel cluster. Interverranno, tra i relatori, il Professor Roberto Frassine, Presidente di Assocompositi e l’Avvocato Daniele Carminati, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo.

“Il Sudafrica rappresenta una delle economie più sviluppate del continente africano e la preannunciata prossima adesione al trattato sul libero scambio di Kigali lascia presagire un ulteriore sviluppo della stessa. Il convegno per il tema trattato relativo ai materiali compositi, che costituiscono i componenti di eccellenza dei più svariati settori industriali (basti pensare alle turbine eoliche, al settore navale e a quello aerospaziale) è l’ulteriore rappresentazione di quali e quante eccellenze questo Stato e l’intero Continente possano rappresentare nello sviluppo dell’economia globale e delle opportunità che essi rappresentano per nazioni quali l’Italia che hanno fatto dell’eccellenza l’elemento di distinzione di tutte le proprie attività industriali”, ha commentato l’Avvocato Mario Di Giulio, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo.

"L'Italia produce prodotti di qualità, particolarmente adatti per una resa di lungo periodo e dal canto suo l'Africa ha imboccato la via della trasformazione in loco delle commodity. Le complementarietà tra il sistema industriale italiano e le necessità dell'intero continente aprono evidenti opportunità per le imprese italiane in partenariato con le imprese sudafricane" ha dichiarato Filippo Codara, Vice Presidente di Confindustria Assafrica & Mediterraneo.

“Il Consolato Generale del Sudafrica a Milano accoglie progetti reciprocamente vantaggiosi e invita le aziende italiane a visitare la prima esposizione sui materiali compositi africana che si svolge dal 7 al 9 novembre 2018 allo stadio di Nelson Mandela Bay, Port Elizabeth”, ha dichiarato TSD Nxumalo, Console Generale del Sudafrica a Milano.