Stefano Stinchi

Director Financial Sector Microsoft Italia.

Stefano Stinchi lavora nel settore IT da più di 29 anni. Nella sua carriera ha lavorato presso due multinazionali (IBM e Microsoft), unendo sempre clienti importanti con la tecnologia avanzata in Italia e nel resto del mondo. Nella sua esperienza lavorativa si è occupato di Sviluppo, IA e Cloud in diverse aree geografiche imparando ad applicare la tecnologia dall’esperienza interculturale. Al momento Stefano Stinchi lavora presso la Microsoft in qualità di responsabile del settore dei Servizi Finanziari.

------------------------------------------------------------

L'Intelligenza Artificiale nei Financial Services

27/02/2019

FINTECH - L’intelligenza artificiale nei financial services è sicuramente una rivoluzione che oggi stiamo vivendo all’interno di tale settore industriale, che naturalmente deve essere percepita e capita nelle modalità in cui deve essere realizzata all’interno delle relazioni tra banche e clienti.

Il primo messaggio importante, secondo me, da condividere è che l’intelligenza artificiale deve essere vista come una piattaforma, non come una soluzione: non è una soluzione verticale che risolve uno specifico problema, ma piuttosto una piattaforma che deve entrare pervasiva attraverso tutti i settori dell’azienda.

Facciamo alcuni esempi di dove oggi ne vediamo l’applicazione: oggi vediamo l’applicazione dell’intelligenza artificiale nell’ambito della gestione della conversazione con i clienti, nella capacità di fornire soluzioni personalizzate per i clienti, anche perché sempre di più noi siamo abituati ad un consumer che non vede più una banca come un supermercato (ente in cui entra e chiede gli specifici prodotti), ma deve essere la banca ad entrare nella vita del consumatore. Per fare questo, è fondamentale capire con l’intelligenza artificiale quali sono i voleri dei clienti e i benefici che ricevono da determinate soluzioni.

L’intelligenza artificiale deve essere quindi una piattaforma che in qualche modo gestisce l’intera interazione della Banca con il cliente.

Naturalmente, questo piò avere varie declinazioni: noi abbiamo esempi di banche usano sistemi di riconoscimento facciale per autorizzare il prelievo dei soldi dal bancomat; abbiamo banche che fanno operazioni di artificial intelligence per determinare se un cliente può essere soggetto o no a determinati rischi.

L’artificial intelligence viene quindi utilizzata come piattaforma che copre tutti i dati di un istituto finanziario e viene utilizzata, nelle modalità opportune, per entrare nella vita digitale di ogni singolo consumatore”.