LEXICON – M&A: Assemblee da remoto possibili fino alla fine del 2024

MIlano, 7 marzo 2024 –Torna a essere vigente la normativa di cui all’articolo 106, Dl 18/2020 – cd. decreto Cura Italia emanato all’inizio del periodo emergenziale – per effetto del Dl. Milleproroghe (Legge di conversione n. 18/2024) e del Ddl Capitali (approvato in via definitiva e in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale).

Il Dl. Milleproroghe ha previsto la proroga della predetta disposizione speciale sullo svolgimento delle assemblee sino al 30 aprile 2024, mentre il Ddl Capitali estende tale termine al 31 dicembre 2024.

Pertanto, sino alla fine del 2024, si potrà:

  • per le assemblee delle società quotate, prevedere nell’avviso di convocazione l’obbligo per i soci di intervenire in assemblea solamente mediante il rilascio di una delega al rappresentante designato, anche ove lo statuto disponga diversamente. Il Ddl Capitali consente, inoltre, alle società quotate di rendere stabile tale previsione (che altrimenti sarebbe destinata a rimanere di natura transitoria), mediante l’inserimento nello statuto di una clausola ad hoc.
  • prevedere nell’avviso di convocazione che le assemblee possano tenersi anche o solo mediante strumenti di telecomunicazione, pur in assenza di apposita clausola statutaria.

Successivamente al 31 dicembre 2024, per poter svolgere ancora le assemblee a distanza e per imporre ai soci delle società quotate di potervi partecipare avvalendosi necessariamente del rappresentante designato, sarà necessario che lo statuto societario preveda tale fattispecie.

Arianna Cortese