image_pdfimage_print
IL CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ TEMPORANEO
DELLA PROPOSTA DI REGOLAMENTO UE RELATIVA AGLI INTERVENTI DI EMERGENZA PER FAR FRONTE AL RINCARO DEI PREZZI DELL’ENERGIA

Milano, 29 Settembre 2022 – Il 14 settembre 2022, la Commissione dell’Unione europea ha emanato la proposta COM(2022) 473 final 2022/0289(NLE) di regolamento del Consiglio, “relativa a un intervento di emergenza per far fronte al rincaro dei prezzi dell’energia”.

 

Comprende misure afferenti:
a) la riduzione della domanda di energia (artt. 3-5);
b) la determinazione di un tetto sui ricavi di mercato e la distribuzione ai clienti finali dei ricavi eccedenti tale limite (artt. 6-10);
c) la vendita al dettaglio dell’energia (artt. 11 – 12);
d) un contributo di solidarietà temporaneo obbligatorio a carico dei soggetti operanti nei settori del petrolio, del carbone, del gas, della raffinazione (artt. 13 – 17).

 

Il dipartimento fiscale di Pavia e Ansaldo – Studio Legale analizza alcuni fondamentali lineamenti della disciplina del contributo di solidarietà (lett. d).

 

L’orizzonte temporale di entrata in vigore del nuovo regime europeo appare prossimo.
La proposta di regolamento prevede che:
a) gli Stati membri riferiscano alla Commissione in ordine alla istituzione del contributo di solidarietà entro il 15 ottobre 2022 (art. 18, par. 4, lett. a);
b) lo stesso contributo dovrà essere applicato dai medesimi Stati, al più tardi, entro il 31 dicembre 2022 (art. 13, par. 3).

 

DOWNLOAD – Il contributo di solidarietà temporaneo – Newsletter