image_pdfimage_print

H.I.G. Europe entra in Berardi Bullonerie: gli advisor

 

Milano, 3 febbraio 2022 H.I.G. Europe, guidato in Italia da Raffaele Legnani e con un team composto da Giovanni Guglielmi, Gian Matteo Franzoia e Giovanni Cabassi, ha perfezionato, mediante un’operazione di buy out, l’acquisizione dalla famiglia Berardi di una partecipazione di controllo nel gruppo facente capo a Berardi Bullonerie S.r.l., primario operatore nel mercato italiano della distribuzione di elementi di fissaggio e della fornitura di servizi di logistica integrata.

 

Sin dalla sua fondazione nel 1919 il Gruppo Berardi è il partner di riferimento per aziende industriali italiane per la fornitura just-in-time di elementi di fissaggio standard e custom, e, più di recente, per la progettazione e realizzazione di programmi di logistica integrata con sistema kanban.

 

Tutti gli aspetti corporate e M&A della transazione sono stati curati, per conto dell’acquirente, dallo Studio legale Pavia e Ansaldo con un team coordinato dal partner Alberto Bianco e formato da Martina Villa, Erica Lepore, Martina Bosi, Giulio Nobile e Biancamaria Veronese nonché dalla partner Valentina Simonelli con Giulia Duso e Rosie Schifino, per gli aspetti giuslavoristici, e dal partner Filippo Fioretti con Maria Rosaria Raspanti per gli aspetti antitrust.

 

Lo Studio Spada Partners, con un team formato dal partner Guido Sazbon e dal senior associate Francesco Podagrosi, per conto dell’acquirente, ha curato la redazione dello structure memorandum dell’operazione, mentre gli aspetti finanziari e fiscali dell’operazione sono stati seguiti da un team PwC composto da Emanuela Petteno’ e Giorgio Gorla (PwC Deals) e Marco Vozzi e Serena Scalabrini (PwC TLS).

 

Lo Studio Orrick ha seguito, per conto dell’acquirente, tutti i profili banking dell’operazione con un team guidato dalla partner Marina Balzano e composto dal senior associate Giulio Asquini e da Valentina Bombino, coadiuvati dallo special counsel Giovanni Leoni per i profili tax. Lincoln International, con un team composto da Daniele Candiani, Matteo Cupello e Giorgio Raimondi, ha assistito l’acquirente in qualità di debt advisor.

 

La famiglia Berardi, che mantiene una partecipazione di minoranza nel gruppo e reinveste a fianco di HIG, è stata assistita da BLF Studio legale, con un team coordinato dai partner Roberto Ludergnani e Andrea Corbelli e da Francesco Ludergnani, per gli aspetti legali, da Vitale e Co., con un team coordinato dal partner Riccardo Martinelli e dal managing director Francesco Fornarelli, in qualità di advisor finanziario, dallo Studio Romani Gambini Cenni Menetti, con un team coordinato dal partner Massimo Gambini e composto da Matteo Cocchi e Laura Ladisa, per gli aspetti societari e fiscali, e da Deloitte Financial Advisory, con un team formato dalla partner Tamara Laudisio e dal Director Vincenzo Depetro per la vendor due diligence finanziaria.

 

L’operazione è stata supportata finanziariamente da Equita, assistita da Dentons, con un team formato dal partner Alessandro Fosco Fagotto, dal managing counsel Edoardo Galeotti e dall’associate Rosalba Pizzicato nonché da un pool di banche composto da Oldenburgische Landesbank Aktiengesellschaft, Banca Ifis S.p.A., Crédit Agricole Italia S.p.A. e Deutsche Bank S.p.A., assistite da Ashurst, con un team guidato dal partner Mario Lisanti e formato da: per gli aspetti banking di diritto italiano, il counsel Luca Chieffo, le associate Francesca Cioppi e Beatrice Melito, ed i trainee Amedeo Bardelli e Aurora Pignalosa; per i profili fiscali di diritto italiano, il partner Michele Milanese ed il trainee Simone Ferrucci; e, per gli aspetti banking di diritto inglese, il partner Ross Ollerhead e la senior associate Tamsin Crawford.