201712.19
0

Milano, 19 dicembre 2017 - È possibile prevenire o difendersi dal c.d. ransomware ovvero il software che prende ‘in ostaggio’ pc e smartphone per chiedere poi un riscatto per liberarli? Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato una pagina informativa con alcuni suggerimenti utili per fronteggiare il ransomware.

Davanti all'aumento di questo tipo di attacchi informatici”, si legge nel comunicato del 13 dicembre 2017, “il Garante per la protezione dei dati personali, pubblica una pagina informativa con alcune regole basilari per conoscere meglio questo malware e mettere in campo alcuni accorgimenti utili per non esserne vittima o per tentare di liberarsene nel caso in cui i dispositivi utilizzati siano già stati infettati e vi sia stata una richiesta di riscatto”.

Tale vademecum si inserisce nell’ambito di una campagna informativa sul ransomware che sarà portata avanti dal Garante anche attraverso i propri profili social su Linkedin, Instagram e Google+.
La scheda può essere consultata sulla pagina www.garanteprivacy.it/ransomware.

_________
DISCLAIMER
Il presente comunicato è divulgato a scopo conoscitivo per promuovere il valore dell’informazione giuridica. Non costituisce un parere e non può essere utilizzato come sostitutivo di una consulenza, né per sopperire all’assenza di assistenza legale specifica.