Il dipartimento di diritto ambientale e sicurezza coniuga un’esperienza professionale ultra quindicennale con un alto profilo scientifico, in un settore in continua trasformazione e caratterizzato da regole complesse e di difficile interpretazione.

L’assistenza specialistica copre tutte le questioni giuridiche collegate alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica, sotto i diversi profili civili (azioni e tutele attive e passive di risarcimento per danno ambientale e responsabilità contrattuale ed extracontrattuale), amministrativi (sanzioni, procedimenti autorizzatori, rapporti con la pubblica amministrazione e impugnazioni) e penali (reati ambientali), garantendo assistenza sia in sede processuale, sia affiancando il management nella conduzione ordinaria o anche straordinaria dell’impresa.

In particolare, le competenze riguardano:

  • Gestione rifiuti, discariche, impianti di termovalorizzazione e incenerimento
  • Riconversione e sviluppo di aree dismesse
  • Bonifica dei siti contaminati
  • Gestione delle risorse idriche e degli scarichi
  • Inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico
  • Applicazione delle norme sull’emission trading di CO2
  • Gestione, transazione e risarcimento del danno ambientale
  • Sostanze pericolose, amianto e soggette al regolamento REACH
  • Valutazioni di compatibilità ambientale (VIA, VAS e valutazione di incidenza) e relativi procedimenti autorizzatori
  • Rilascio e rinnovo della autorizzazione integrata ambientale (AIA)
  • Applicazione delle regole urbanistiche, dei vincoli paesaggistico-ambientali e delle aree protette
  • Comparto energetico fossile, nucleare e da fonti alternative e rinnovabili
  • Tutela della salute pubblica e dei lavoratori e della sicurezza negli immobili, impianti produttivi e nei cantieri
  • Valutazioni interne (audit) ed esterne (due diligence) del rischio ambientale.

Il danno ambientale ed il suo risarcimento in Italia e Giappone, in Diritto e giustizia in Italia e in Giappone: Problemi attuali e riforme, Cafoscarina, Venezia, 97-118, 2015