201512.04
0

Milano, 10 luglio 2015 - Il Tribunale di Milano ha respinto il reclamo che la multinazionale americana Uber aveva presentato contro le associazioni dei tassisti e i principali radio-taxi assistiti dagli avvocati Marco Giustiniani, Nico Moravia e Giovanni Gigliotti di Pavia e Ansaldo e dall’avvocato Alessandro Fabbi. A distanza di poche settimane viene così confermato il provvedimento cautelare che aveva inibito il servizio Uber Pop per concorrenza sleale su tutto il territorio nazionale.