201808.08
0

Roma, 8 agosto 2018 - L’Application Programming Interface è un insieme di comandi, protocolli, funzioni e oggetti che garantiscono a un software di comunicare e accedere a un sistema esterno. Ciò consente agli sviluppatori di creare applicazioni o programmi senza la necessità di riscrivere il codice da zero ma partendo da operazioni condivise con l’altro software cui verranno associati.

Alcune software house rendono pubbliche le loro API al fine di incrementare la diffusione dei propri programmi. Altre società, invece, garantiscono l’accesso alla propria interfaccia soltanto a soggetti selezionati, in modo da mantenere il controllo finale sul servizio offerto.

Nell’ambito della politica di open banking promossa dall’Unione europea con la Direttiva PSD2, l’API risulta di fondamentale importanza in quanto garantisce ai TTP l’accesso alle informazioni del conto radicato presso una banca.

I requisiti di dettaglio e le funzionalità che dovranno avere le API per essere conformi alla Direttiva PSD2 saranno regolati dall’ABE (Autorità bancaria europea). Le banche dovranno dotarsi di un API Management e di efficaci sistemi di sicurezza allo scopo di gestire le richieste di accesso. L’accesso tramite API deve essere in ogni caso garantito qualora il TPP rispetti i requisiti stabiliti dalla direttiva.

Per leggere i commenti di tutti i termini del nostro glossario PeA FinTech Sillabo: http://www.pavia-ansaldo.it/fintech-sillabo/

_________
DISCLAIMER
Il presente comunicato è divulgato a scopo conoscitivo per promuovere il valore dell’informazione giuridica. Non costituisce un parere e non può essere utilizzato come sostitutivo di una consulenza, né per sopperire all'assenza di assistenza legale specifica.